Fans, ma solo se paghi

14/11/2019

Lo abbiamo scoperto dopo 10.000 km con una voglia matta di farlo vedere a tutti e di dire guarda come è bello, il suo FanClub, meraviglioso come Lei, ma la sorpresa è stata un`altra.

Arrivati a Solarolo nella bellissima e spumeggiante Romagna, dopo un viaggio dal Brasile all`Italia e dopo aver affittato una macchina facendo oltre 300 km, in un giorno piovoso, siamo stati, pur in un giorno settimanale dentro l`orario di apertura, come si dice, letteralmente, cacciati per non avere riservato visita e non aver pagato la tessera FanClub sul sito di Laura Pausini.

Laura è una cantante fantastica, ma alcune volte dimentichiamo particolari importanti.

Volevamo vedere se quello che era successo a San Paolo del Brasile e ve ne parlo, tra un po in questo articolo, era, solo una coincidenza, insomma volevamo, NOI, riscattare eventuali errori del gruppo di Laura, a favore suo. 

Eppure se avessimo letto le comunicazioni sul sito avremmo saputo che per far visita in Italia a Solarolo al FanClub di Laura Pausini bisognava e bisogna seguire ulteriori regole, e non basta farti un viaggio come il nostro, vediamo queste regole perché nessuno passi quello che abbiamo passato noi:

Iscrizione al sito come Fan, in regola con i pagamenti annuali.

Le visite presso la sede del FanClub sono RISERVATE solo agli ISCRITTI.

Durano al massimo 30 minuti, dal lunedì al venerdì mattina e pomeriggio, ma devi prima indicare la data in cui vuoi visitare il Fanclub (e loro ti indicheranno l'orario possibile), il vostro nome/cognome, numero di tessera, telefono cellulare e e-mail, la conferma della visita avverrà a strettissimo giro, dopo la ricezione della mail di richiesta di visita.

Se la visita si compone di piu' persone, é indispensabile comunicare tutti i rispettivi dati. Ma la regola dice anche che è ammesso un iscritto per volta??

Eventuali accompagnatori NON iscritti, potranno accedere, SOLO SE genitori, di iscritti sotto ai 14 anni, oppure SE accompagnatori di ISCRITTI DISABILI.

In ogni caso, nel numero di UN accompagnatore per iscritto visitatore.

VIETATO l'uso di macchine fotografiche, videocamere e videofonini in TUTTI i locali visitabili.

Niente self, foto, abbracci, baci. sorrisi, gentilezze, ricordi, insomma non fare il fan nel FanClube.

Il Pentagono, la Nato, il Vaticano e il Presidente Americano Donald Trump hanno meno regole, per poter accedere alle visite. Insomma ci stanno allontanando dalla nostra Laura.

Adesso per aiutare, quelli che volessero sottostare a tutto questo diktat, le visite al FanClub sono momentaneamente sospese per inventario e nuovo allestimento dei locali interni.
Quando tutto ciò sarà ultimato comunicheranno la ripresa degli appuntamenti per le visite, magari con nuove regole ancora più restrittive.
Anche se hai la tessera e i pagamenti in regola.

Sul sito nessuna scusa, nessun ringraziamento per l`interesse in visitare il FanClub, niente solo regole e pagamenti. Peccato hanno perso l`opportunità di dire per lo meno due parole gentili a chi ama la musica di Laura.

Quindi sei Fan solo se paghi e rispetti le regole.

Credicard Hall, Laura Pausini (Foto: Shutterstock)
Credicard Hall, Laura Pausini (Foto: Shutterstock)
Questo è il momento di dire, giusto per fare una pausa, che questo articolo NON contiene critiche a Laura. Non sono così stolto, è semplicemente un consiglio, che contiene un'analisi, magari di cui Laura non si occupa e dovrebbe invece occuparsi.
Avevo già presenziato ad agosto 2018 a San Paolo in Brasile ad una scena dove i buttafuori impedivano ai Fans l`accesso con in mano un biglietto per lo show della sera, prima dello show, all`incontro dei fans con Laura, perché la loro tessera di Fan via site era scaduta poche settimane prima (scusate ma non è che Laura fa uno show ogni cinque minuti in Brasile), erano persone che venivano da Curitiba dopo ore e ore di autobus, pioggia e scarpinate di oltre 2 ore a piedi, non potendo vedere la loro artista preferita (ora chiaramente ex artista preferita) da vicino, e pur avendo il biglietto per lo show. Era notte fonda in Italia (tra Brasile e Italia ci sono quattro o cinque ore) e due signori del gruppo di Laura (italiani) gli dicevano <entra nel sito e paga ora, se ci riesci, la vedi>. Pensate che una Blogger pur avendo avuto il permesso di vederla, era stata fatta aspettare al Credicard Hall fuori nella pioggia e senza diritto di usare il bagno, salvata dal sottoscritto e dal Signor Arnold della produzione di Laura in questo quesito, poi a sua volta impediti di intervistarla ho ricevuto l`e-mail di Ana Paula dove ho reclamato sia per quello che era successo sia per organizzare l`intervista via e-mail, ma senza alcun risultato.

La giornalista afro-brasiliana era stata bloccata da un addetto alla sicurezza (brasiliano) che gli aveva detto, con certezza una come te (negra) non è blogger e qui non entra. Ma nessuno che risponde a nome di Laura nessuno che gli manda un e mail, una telefonata dicendo scusa non siamo noi .....

Laura è una grande artista è amata e venerata ed il pubblico ha sempre avuto uno splendido rapporto con la sua musica, ma la pianta, come direbbe un amico che vende fiori a Faenza, deve essere irrigata sempre, per rimanere viva e ..... o Laura o chi per Lei dimostra realmente disponibilità e simpatia con i suoi Fans e con i giornalisti all`estero o diventeranno tutti come i ragazzi a San Paolo di Curitiba ... EX FANS.

Djávlon